L’AON OPEN CHALLENGER NON PUO’ STARE IN UNA BOLLA: CANCELLATA L’EDIZIONE 2021 DEL TORNEO DI GENOVA.

L’AON OPEN CHALLENGER NON PUO’ STARE IN UNA BOLLA: CANCELLATA L’EDIZIONE 2021 DEL TORNEO DI GENOVA.

A seguito della situazione pandemica mondiale non ancora risolta, il Comitato Organizzatore dell’Aon Open Challenger Memorial Giorgio Messina ha deciso che il torneo, per il secondo anno consecutivo, non verrà disputato.

Ancora dispiaciuti per non aver potuto disputare l’edizione 2020, ci troviamo a dover responsabilmente prendere una decisione per il torneo di settembre 2021”: con queste parole si apre la comunicazione fatta dalla Direzione del torneo agli sponsor, mettendo in evidenza come il Challenger di Genova perda completamente di significato in assenza del pubblico e della partecipazione agli eventi collaterali ed alle iniziative di solidarietà che caratterizzano l’Aon Open Challenger.

“Vorremmo soprattutto avere tutti voi a fianco liberi dalle preoccupazioni di questo periodo in cui riteniamo sia meglio concentrare qualunque forma di erogazione a sostegno della propria azienda o di chi sta soffrendo per la situazione che ci circonda” scrive il Presidente del Comitato Organizzatore Mauro Iguera, auspicando di tornare ad un evento memorabile nel 2022, quando, anche grazie alla campagna vaccinale, saremo tornati a vivere nella normalità.

INTERVISTA A MAURO IGUERA, NUMERO UNO DELL’AON CHALLENGER MEMORIAL GIORGIO MESSINA

“Grande dispiacere per aver dovuto cancellare la diciottesima edizione del nostro torneo, ma abbiamo voluto far prevalere la ragionevolezza sull’ostinazione. L’ATP ha comunque confermato la data per il 2021”

La notizia che l’AON Challenger Memorial Giorgio Messina non sarebbe stato disputato quest’anno ha sicuramente lasciato l’amaro in bocca a tutti gli appassionati di tennis, liguri e non: un altro motivo di tristezza per tutti gli sportivi, anche se purtroppo l’emergenza coronavirus ci ha abituati a convivere con quotidiani bollettini davvero tragici. Ma assieme alla delusione e alla preoccupazione, si intravede già la luce in fondo al tunnel.

“Con la morte nel cuore abbiamo deciso di annullare il torneo quando abbiamo capito che a settembre la situazione potrebbe essere ancora delicata – afferma Mauro Iguera, presidente del Comitato organizzatore e autentica anima del Challenger genovese-, preso atto della cancellazione dei tornei di tennis di luglio, dell’eventualità che gli US Open si giochino a porte chiuse, della cancellazione delle Olimpiadi, delle decisioni prese per il Tour de France, abbiamo contattato la ATP manifestando la nostra determinazione a non disputare il torneo per una molteplice serie di ragioni, prime fra tutte l’impossibilità di garantire la consueta vicinanza pubblico giocatori che ha sempre contraddistinto il torneo di Valletta Cambiato, l’impossibilità di organizzare le tradizionali manifestazioni collaterali e il rispetto per i nostri sponsor che in questo momento si trovano a dover impegnare tutte le loro attenzioni nei confronti di problematiche di assoluta urgenza e importanza. Incassata la condivisione della ATP siamo entrati in contatto con i ns sponsor che hanno apprezzato la sensibilità dimostrata nell’anticipare una decisione che, forse, sarebbe diventata inevitabile tra qualche tempo, ma a quel punto letta come subita anziché ragionata.  Abbiamo giocato dopo il terremoto di Amatrice, dopo il crollo del Ponte Morandi, per aiutare Genova e l’Italia a risalire la china ma , nel caso della pandemia, si tratterebbe di un’inutile forzatura che squalificherebbe la manifestazione vedendo prevalere l’ostinazione sulla ragionevolezza. L’ATP ha compreso le nostre ragioni e parallelamente ci ha garantito il mantenimento della data nel calendario del 2021”.

Una nuova prova, se mai ce ne fosse stato bisogno, che l’AON Challenger è considerato dall’ATP come uno dei migliori, se non il primo, e come tale già premiato nel 2014, torneo della categoria in ambito mondiale. Oltre al punto da cui ripartire.

“Ma il principale attestato di stima che abbiamo ricevuto -continua Iguera- è stata la delusione dei tanti volontari che rendono possibile la manifestazione che non hanno esitato a condividere la decisione, ma che hanno voluto far sapere al Comitato Organizzatore che il Torneo è ormai parte di loro e che settembre a Genova senza questo appuntamento sarà profondamente diverso”.

LA RIPARTENZA E LE PROSPETTIVE FUTURE.

Mauro Iguera è un dirigente appassionato e competente in molti ambiti, oltre a quello legato all’organizzazione del Challenger di Valletta Cambiato, ed è nota la sua determinazione. Con simili presupposti la diciottesima edizione dell’AON nel 2012 non appare certamente come una chimera anzi.

In generale, nell’ambito del Circuito, anche la prossima sarà una stagione non facile, per le problematiche non banali di tutti i tipi che dovranno essere risolte per favorire la ripartenza dell’attività agonistica internazionale. Come valuta il futuro panorama, saltando di livello anche nell’ottica della ripresa dell’attività di base, il numero uno del Challenger genovese?

“Circa il calendario professionistico 2021 mi auguro di poter tornare alla normalità, anche se ritengo che la crisi economica che si sta prospettando potrebbe ridimensionare il numero dei Tornei Challenger che si disputano in Italia e questo potrebbe generare non pochi disagi ai giocatori con classifica oltre il 100. Amo profondamente lo sport, lo ritengo fondamentale per la formazione dei giovani e quindi più in generale, nel rispetto della salute, vorrei che si potesse ricominciare quanto prima nell’interesse dei più piccoli e degli istruttori a vario titolo che traggono la loro tranquillità economica dall’esercizio della professione di Maestro o di Preparatore Atletico.  Sono invece contrario alle forzature dell’ambiente degli atleti professionisti. Nel mondo, in questo momento, ci sono ben altre priorità e credo che sia nostro dovere censurare tutte quelle decisioni all’insegna del “the show must go on” anche se ci toccano da vicino e vanno a minare un qualcosa che per anni ha fatto parte delle nostre vite. In ogni caso spero di poter presto chiacchierare diffusamente sull’edizione 2021 dell’AON Challenger Memorial Messina”.

l’intervista di Enrico Casareto su https://www.federtennis.it/Siti-regionali/Liguria/News/Attivita-agonistica/200502-Intervista-Mauro-Iguera

CANCELLATA L’EDIZIONE 2020 DELL’AON OPEN CHALLENGER MEMORIAL GIORGIO MESSINA

 

COMUNICATO STAMPA

CANCELLATA L’EDIZIONE 2020 DELL’AON OPEN CHALLENGER MEMORIAL GIORGIO MESSINA

A seguito della drammatica emergenza in atto, il Comitato Organizzativo dell’Aon Open Challenger Memorial Giorgio Messina ha deciso che il torneo, previsto nelle date 6-13 settembre 2020, non verrà disputato.
La decisione è stata comunicata ufficialmente nei giorni scorsi all’ATP che ha riscontrato con le parole qui sotto riportate:
“This is also an enormous sadness for us too. The Genova Challenger is one of the highlights of our late summer calendar and an event that players look forward to every year, its absence will be deeply felt. I completely understand the circumstances under which this decision has been taken and I very much hope that Genova will be back on our schedule in 2021. We will reserve your date for you. (Joanna Langhorne – ATP Challenger Director)”
Allo stato attuale non è chiaro come evolverà il calendario del tennis professionistico ma la decisione è stata presa per i seguenti ordini di motivi:
1. L’Aon Open Challenger Memorial Giorgio Messina vede un suo aspetto vincente nel connubio indissolubile pubblico-giocatori, che dovrebbe in ogni caso venir meno quest’anno
2. Tutte le manifestazioni collaterali non potrebbero avere luogo per le misure restrittive che, nel mese di settembre, saranno ancora in vigore
3. Tutte le aziende che da sempre ci sostengono sono rivolte ad altre priorità che vogliamo rispettare e in qualche modo emotivamente condividere
“Genova deve rinunciare ad un evento molto atteso e di grande richiamo” dichiara il Presidente del Comitato Organizzativo Mauro Iguera, “ma siamo certi di ritornare nel 2021 per la diciottesima edizione del torneo con ancora più entusiasmo”.

Genova, 20 aprile 2020

Ufficio stampa

La felicità di Sonego: “Vincere a Genova è bellissimo, grazie al pubblico che è stato straordinario”

“E’ straordinario vincere per il secondo anno di seguito a Genova, ero felicissimo di tornare qui ed è stato bellissimo per tutta la settimana il sostegno da parte del pubblico. E’ un torneo organizzato molto bene e il livello è davvero alto. E’ stata una bellissima finale, il merito è di Alejandro che ha giocato alla grande e gli faccio i complimenti: il futuro è suo, farà benissimo”, ha detto Lorenzo Sonego al termine del match

L’emozione di Alejandro Davidovich Fokina: “E’ stata una splendida finale, complimenti a Sonego”

“E’ stata davvero una finale emozionante, sono felice di essere arrivato così in alto nel torneo: peccato per la sconfitta ma Sonego ha disputato una grande partita”. Sono le parole di un emozionato Alejandro Davidovich Fokina al termine del match

Lorenzo Sonego vince l’edizione 2019 dell’Aon Open Challenger – Memorial Giorgio Messina

Una finale semplicemente fantastica conclusa dopo tre ore di gioco intorno all’una e trenta del mattino al termine di un match iniziato poco dopo le 22.30 a causa della pioggia che ha colpito Valletta Cambiaso per tutta la giornata. Gli organizzatori sono riusciti nell’impresa di far disputare un match che resterà nella storia del torneo di Genova. Trionfa Lorenzo Sonego ma complimenti allo spagnolo Alejandro Davidovich Fokina che ha dimostrato di essere un grandissimo talento. Successo in tre set ( 62 46 76(6)) per il piemontese che bissa la vittoria del 2018.

 

Foto Tiziano Meoni

 

Lorenzo Musetti a soli 17 anni premiato con il Premio Giovanni Calissano come tennista che si è messo maggiormente in risalto durante il torneo.

Foto Tiziano Meoni

Inizia la finale di singolare tra Sonego e Davidovich Fokina

E’ finita la pioggia sul centrale Beppe Croce e finalmente si può alzare il sipario sulla finale di singolare tra Sonego e lo spagnolo Davidovich Fokina

FINALE SONEGO vs DAVIDOVICH SI GIOCHERA’ QUESTA SERA

La Finale dell’Aon Open Challenger L. Sonego vs A. Davidovich Fokina si giocherà questa sera. Attualmente posticipata alle 22:00.

Aon Open Challenger – Memorial Giorgio Messina, Ariel Behar e Gonzalo Escobar vincono il titolo di doppio

Ariel Behar e Gonzalo Escobar hanno vinto il titolo di doppio all’Aon Open Challenger – Memorial Giorgio Messina, il torneo internazionale di tennis giunto alla diciassettesima edizione in corso di svolgimento fino ad oggi  sui campi in terra rossa di Valletta Cambiaso  a Genova con un Total Financial Commitment (montepremi+iscrizione) di 185mila Dollari. Il tennista dell’Uruguay  Behar e il giocatore dell’Ecuador Escobar hanno battuto gli argentini Andres Molteni e Guido Andreozzi col punteggio di 3-6/6-4/10-3 dopo un match durato un’ora e venti di gioco: “Siamo davvero contenti – hanno raccontato i vincitori durante la premiazione- anche quest’anno il livello del torneo è molto alto e il pubblico di Genova è molto caloroso”

Photo Paolo Cresta

Alle 16 la finale di doppio tra Andreozzi/Molteni e Behar/Escobar

La finale del doppio sarà tra gli argentini Guido Andreozzi e Andres Molteni contro il tennista dell’Uruguay Ariel Behar e il giocatore dell’Ecuador Gonzalo Escobar. Una finalissima tutta sudamericana dopo il successo in mattinata di Andreozzi e Molteni che hanno battuto Facundo Bagnis e Stefano Travaglia 3-6/6-1/10-5 nel match che era stato interrotto ieri sera per la pioggia